Ricciardo Cecchi

Mediagallery

Ricciardo Cecchi nasce a Firenze, dove studia scienze sociali, psicologia e antropologia; lì ha il primo incontro con la fotografia.

Dopo la laurea inizia a lavorare in pubblicità, prima a Firenze e a Padova nelle ricerche e come creativo; in seguito è a Roma come copy-chief e a Milano come direttore creativo presso agenzie internazionali.

A Milano fonda la sua agenzia, dove lavora come direttore creativo e strategic planner; sempre a Milano diventa anche partner di un’agenzia di relazioni pubbliche.

E’ proprio in questi anni che approfondisce la fotografia, dedicandosi prevalentemente al ritratto e ottenendo incarichi da clienti privati e business.

Due mostre: nel marzo 2011 a Milano la personale di ritratti “Chi sei?” presso lo studio PsicheMilano; a novembre dello stesso anno a Livorno, presso lo spazio Numero50, con la personale sulla sensualità femminile “Sensuous”.

Per la Fondazione d’Arte Trossi-Uberti tiene nel maggio 2017 il workshop di ritratto fotografico “Anime svelate”; nell’ottobre dello stesso anno cura l’incontro “L’arte di leggere la fotografia – Doisneau a Villa Trossi”.

Nell’aprile 2018 è relatore della conferenza “L’immagine muta. Silenzio e fotografia”, all’interno del ciclo di incontri dedicato al tema “Dire il silenzio” organizzato dal Centro di psicoanalitica Jonas Livorno e Costa Apuana e dalla Fondazione Trossi-Uberti. Nel mese di maggio tiene il workshop di portrait&urban photography “Attimi fuggenti”; nei mesi di settembre-ottobre il long workshop di cultura, tecnica, stile fotografico “Lo scatto decisivo”.

www.ricciardocecchi.com