SCRITTURA INVISIBILE / corso di sceneggiatura per fumetti e non solo

Mediagallery

17-18 e 24-25 Novembre 2018

Vuoi imparare a trasformare il kaos della tua mente in una storia strutturata che possa essere tradotta in immagini così da poter essere goduta da persone diverse?

Il corso di sceneggiatura per fumetti e non solo con Emiliano Pagani, può insegnarti a dare ordine a idee che vengono dal niente e che molto spesso possono essere geniali.

Attraverso la sceneggiatura si può descrivere sensazioni, atmosfere, luoghi, personaggi e molto altro. La sceneggiatura è la base sulla quale si inizia a scrivere una storia per immagini e spesso il pubblico ne ignora l’esistenza, per questo parliamo di SCRITTURA INVISIBILE, che tale deve restare per non perdere la MAGIA del racconto per immagini. La sceneggiatura è un tipo di scrittura che viaggia su due canali distinti, ma uniti: deve comunicare al lettore, ma deve anche far capire al disegnatore quello che deve fare e come farlo.

Lo sceneggiatore ha il potere di creare e di distruggere interi mondi, universi addirittura. Soprattutto nel campo del fumetto. Sì, perché quello che nel cinema richiede un grande sforzo economico nel fumetto può essere realizzato praticamente a costo zero. Bastano una buona sceneggiatura e un disegnatore all’altezza.

In un fumetto la sceneggiatura deve descrivere tutto quello che verrà rappresentato in una pagina, a partire dal numero delle pagine stesse, fino alla quantità, alla disposizione e persino alla forma delle singole vignette per ogni pagina e alla forma dei balloon e dei caratteri di testo che dovranno essere scritti dentro.

La sceneggiatura di fumetti, poi, è una delle scritture più “tecniche” in assoluto: la regia è condivisa tra sceneggiatore e disegnatore ed il risultato finale deve essere un prodotto il più possibile omogeneo, dove ogni elemento tende a valorizzare l’altro, al punto da sembrare realizzato da una persona sola.

Il Workshop è a numero chiuso (minimo 8 – max 12 partecipanti) .

Durata totale: L’attività si sviluppa in 12 ore divise in quattro lezioni.
Orario : 17-20 il sabato / 10-13 la domenica.

Costo: 120 euro 


Programma

Saranno affrontati i seguenti argomenti:

-NASCITA DI UN’IDEA E PREPARAZIONE DELLA SINOSSI E DEL SOGGETTO.

Le idee non vengono dal niente e spesso idee che possono sembrare geniali, messe su carta, diventano confuse e banali. Imparare ad andare al centro della storia, a riconoscerla nella confusione che abbiamo in testa e a mantenere sempre il controllo.

-PREPARAZIONE E PRESENTAZIONE DEI PERSONAGGI.

Creazione dei personaggi principali, descrizione ed entrata in scena funzionale al tipo di personaggio, al tipo di storia e al tipo di effetto che vogliamo ottenere. Un buon personaggio, presentato nel modo giusto, cattura subito il lettore e lo trascina con sé, attraverso la storia.

-RUOLO DEL PROTAGONISTA 

Attivo, passivo o reattivo

Eroe, antieroe, etc… .

-GESTIONE DELLA SOGLIA DELL’ATTENZIONE 

La soglia dell’attenzione è quella che farà sì che il lettore vada avanti nella lettura. E’ massima nelle prime 10/20 pagine e poi va scemando. Trucchi e stratagemmi per tenerla sempre a livelli accettabili.

-TECNICA DI SCRITTURA

Suddivisione in atti, in pagine, in vignette, in inquadrature. Tecnica del giropagina. Descrizione delle singole vignette, posizione personaggi e balloon.

-MODELLI BASE, SUDDIVISIONE IN ATTI E MODELLO CIRCOLARE 

Modello base di sceneggiatura e suo ribaltamento.

-DIFFERENZE TRA SCENEGGIATURA PER UNA SERIE O UN’OPERA INDIPENDENTE

Una serie ha delle regole proprie e consolidate da anni. Conoscerle è fondamentale.

-IMPORTANZA DELLO SPAZIO BIANCO TRA LE VIGNETTE 

Suggerire, non mostrare.

-IMPORTANZA DEI DIALOGHI

Ritmo, realismo, frasi ad effetto. Tutto deve essere calibrato al massimo.

-IMPORTANZA DELLA SINTESI

Leggete tutto quello che avete scritto e tagliate. Poi fatelo ancora e tagliate di nuovo. La sintesi è una divinità alla quale ogni sceneggiatore dovrà sacrificare pagine e pagine, magari scritte bene, anche belle se vogliamo, per poter arrivare ad una storia che funzioni.

-ESEMPIO DI TRASPOSIZIONE DALLA PAGINA SCRITTA A QUELLA DISEGNATA 

-ESEMPI DI LINGUAGGIO TECNICO PER DESCRIVERE INQUADRATURE , STACCHI E MOVIMENTI DI MACCHINA

Esercizi alla fine di ogni lezione, valutazione delle opere, consigli e indirizzi per presentazione di progetti editoriali.

 


Docenti associati: